skip to Main Content

Sun Contracting in agitazione per il “fit for 55”: sarà una rampa di lancio per il prezzo del CO2?

Finalmente, all’inizio della primavera, le riflessioni che da diverso tempo giravano attorno all’argomento si sono concretizzate. Per poter raggiungere l’obiettivo della neutralità climatica entro il 2050 è necessario alzare il livello della prima tappa delle riduzioni di gas serra al 55% entro il 2030. Il pacchetto europeo di leggi sull’energia e sul clima denominato “fit for 55” ha lo scopo di aiutare la realizzazione di questo progetto.

 

Dopo che, in aprile, la Commissione europea ha deciso l’inasprimento delle misure di protezione climatica, mancava solo l’atteso aumento del prezzo del carbonio. Da diverso tempo si parlava dell’innalzamento degli obiettivi e il sistema ETS aveva già fatto salire il prezzo di CO2 da mesi, anche se a piccoli passi, ma costantemente.

 

Le conseguenze attese sui prezzi del CO2

 

Secondo l’agenzia di ricerca energetica Aurora Energy Research il prezzo del carbonio dovrebbe continuare ad aumentare nei prossimi anni. Questo aumento verrà spinto da un lato dal mercato dello scambio dei certificati, che è certamente il più importante strumento compensativo per l’abbassamento delle emissioni di gas inquinanti; d’altro lato, dal fatto che gli obiettivi da raggiungere si traducono in una riduzione nel rilascio di CO2 di 633 milioni di tonnellate in nove anni. Il numero delle emissioni certificate diminuirà, il prezzo di quelle rilasciate aumenterà, secondo le regole del libero mercato. Le previsioni sono calcolabili tra 50 e 80 euro per ogni tonnellata di CO2.

 

Il momento giusto per Sun Contracting

 

I tempi sono ormai maturi per le alternative alla produzione di energia da combustibili fossili. Una delle alternative viene resa possibile da Sun Contracting. Con il suo concetto energetico innovativo di Contracting fotovoltaico, il gruppo Sun Contracting crea l’opportunità per un impianto fotovoltaico di essere non solo ecologicamente prezioso, ma anche economicamente redditizio. Sun Contracting ne sostiene i costi – i vantaggi sono condivisi da tutti.

 

Come funziona il Contracting fotovoltaico?

 

Sun Contracting affitta una superficie adatta, su cui installa e gestisce un impianto fotovoltaico. I costi per materiale, montaggio, gestione e manutenzione sono a carico di Sun Contracting. L’affittuario, nonché solitamente il proprietario, della superficie messa a disposizione per l’impianto fotovoltaico, riceve il pagamento di un affitto mensile. L’elettricità ecologica prodotta tramite l’impianto viene immessa nella rete pubblica e così fornita alla comunità, aumentando la quota di energia verde nel mix energetico. Per l’immissione in rete Sun Contracting riceve un pagamento fisso, che le permette di finanziare altri progetti fotovoltaici.

 

Ritratto aziendale

 

Sun Contracting AG, insieme alle sue partecipate, è attivamente presente da più di undici anni nel settore fotovoltaico, dove ha raggiunto notorietà soprattutto grazie al suo modello di Contracting fotovoltaico. Al momento il gruppo gestisce 312 impianti fotovoltaici in Contracting in Germania, Austria, Liechtenstein e Slovenia, e detiene complessivamente una potenza fotovoltaica installata e progettata di 88,6 MWp. Sun Contracting AG è inoltre emittente di prodotti di investimento sostenibile. Attualmente sono disponibili quattro obbligazioni, sottoscrivibili direttamente online.