skip to Main Content

La fine delle fonti fossili di energia si avvicina: i costi delle rinnovabili si abbassano in maniera sempre più significativa

La quota delle energie rinnovabili, i cui costi sono inferiori alle energie fossili più economiche, nel 2020 si è raddoppiata. L’ultimo decennio (2010 – 2020) ha rappresentato un periodo storico importante per l’elettricità verde, che da energia costosa di nicchia è entrata in una competizione testa a testa con i combustibili fossili, grazie ai costi sempre più bassi. I dati recenti dimostrano chiaramente che l’inizio della fine delle fonti di energia non rinnovabile è sempre più imminente.

 

Secondo il rapporto sui costi delle rinnovabili dell’agenzia internazionale per l’energia rinnovabile IRENA, 162 GW, cioè il 62%, della fornitura totale di energia elettrica rinnovabile, sono stati prodotti l’anno scorso a un costo inferiore rispetto all’alternativa fossile più competitiva. Particolarmente emozionante è il fatto che le energie rinnovabili stanno già posizionandosi sotto i costi operativi delle centrali a carbone esistenti.

 

L’energia solare sempre in testa

 

Tra le rinnovabili, l’energia solare si trova ancora in prima linea, anche per quanto riguarda la riduzione dei costi delle rinnovabili in termini di valori LCOE (levelized cost of electricity), i costi ovvero totali calcolati per produrre elettricità con una determinata tecnologia. Negli ultimi dieci anni, i prezzi per l’energia solare fotovoltaica si è ridotta dell’85%, con una riduzione annuale registrata sui costi del 2020 rispetto al 2019 del 7%. Una tendenza che può continuare, se i sostegni per la ricerca procederanno di pari passo.

 

 

La strada verso la transizione energetica

 

Sulla strada verso la transizione energetica ci si imbatte inevitabilmente nell’azienda internazionale Sun Contracting AG. Con il suo modello commerciale di Contracting fotovoltaico, il gruppo aziendale assicura l’espansione del fotovoltaico, permettendo l’installazione di un impianto anche nei casi dove la situazione economica del proprietario di un tetto o di un terreno adatto la renderebbe difficile. Sun Contracting affitta una superficie idonea e ne ricompensa il proprietario con un pagamento mensile. L’elettricità prodotta dall’impianto fotovoltaico costruito su quello spazio viene immessa nella rete. Così si crea una situazione win-win, vantaggiosa per tutte le parti coinvolte.

 

Economia ed ecologia in sintonia

 

Ciò che viene così garantito è che gli interessi economici e quelli ecologici siano all’unisono. Sun Contracting AG installa e gestisce l’impianto fotovoltaico su una superficie affittata, sostenendone tutti i costi relativi a materiale, montaggio, costruzione, funzionamento e manutenzione. L’ambiente ne è felice per l’aumentata quota di elettricità verde nel mix energetico, il partner proprietario dello spazio ne è felice per il pagamento ottenuto mensilmente, Sun Contracting ne è felice per il reddito pianificabile e a lungo termine che le viene generato dall’immissione dell’elettricità nella rete.

 

Ritratto aziendale

 

Sun Contracting AG e le sue partecipate sono operative nel settore fotovoltaico da undici anni e hanno raggiunto un certo successo grazie al loro modello di Contracting fotovoltaico. Il gruppo gestisce attualmente 312 impianti fotovoltaici in Contracting in quattro Paesi europei. Complessivamente la potenza fotovoltaica installata e progettata in Austria, Germania, Liechtenstein e Slovenia è di 88,6 MWp. Sun Contracting AG è inoltre emittente di investimenti sostenibili. Al momento sono disponibili per la sottoscrizione online fino all’autunno 2021 tre obbligazioni.